AA Avviso - Disclaimer
AA Avviso - Disclaimer
AA Avviso - Disclaimer
ACHILLE LAURO
ACHILLE LAURO
Fotografia della ACHILLE LAURO ad incendio quasi domata e prima dell\'affondamento.Passeggeri – Costruita dal cantiere De Schelde. Vlissigen, Olanda, con il nome WILLEM RUYS, bandiera olandese, per il Rotterdamsche Lloyd - Impostata 01.1939, varata 01.1946, per motivi bellici completata 11.1947. GRT 21.119, DWT 3.936, Lft 1912.4 mt., Lpp 176.6 mt., Lo 25.1 mt., 2 diesel, 23.0 nodi – Durante l\'occupazione germanica dell\'Olanda lo scafo fu ripetutamente sabotato per ritardarne il completamento - 1959: ristrutturata, 23.114 GRT – 1965: ACHILLE LAURO, ristrutturata a Palermo, GRT 23.629, messa in linea con l\'Australia, poi trasformata in nave da crociere – 30.11.1994: in rotta Genova/Durban ha un gravissimo incendio con 2 vittime in pos. 8.00N/52.20, spentolo, la nave viene rimorchiata e mentre a rimorchio affonda la largo della Somalia in pos. 7.14N/51.50E.
ACHILLE LAURO
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
APPRODO A GENOVA
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Passeggeri e cargo ; Costruita nel 1928 dai Cantieri Ansaldo, Sestri Ponente, per Italiana Servizi Marittimi o Lloyd Triestino, bandiera italiana ; Tsl 12,995, lpp 157.7 mt., Larg ft 20.2 mt., 2 turbine, 21.0 nodi ; 18.10.1935: ha un’esplosione a bordo con successivo grave incendio il mattino appena arrivata in porto ad Alessandria, Egitto ; In porto c’è la squadra navale inglese che passa al soccorso assieme alle autorità portuali ed estingue l’incendio ma nel pomeriggio quando tutto sembra domato avviene una seconda esplosione. Diventa perdita totale ma vengono salvate 263 persone mentre si hanno tre perdite e tre dispersi fra l’equipaggio. Lo scafo completamente bruciato ma galleggiante viene rimorchiato a Trieste e poi demolito a Pola nel gennaio 1936.
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Passeggeri e cargo ; Costruita nel 1928 dai Cantieri Ansaldo, Sestri Ponente, per Italiana Servizi Marittimi o Lloyd Triestino, bandiera italiana ; Tsl 12,995, lpp 157.7 mt., Larg ft 20.2 mt., 2 turbine, 21.0 nodi ; 18.10.1935: ha un’esplosione a bordo con successivo grave incendio il mattino appena arrivata in porto ad Alessandria, Egitto ; In porto c’è la squadra navale inglese che passa al soccorso assieme alle autorità portuali ed estingue l’incendio ma nel pomeriggio quando tutto sembra domato avviene una seconda esplosione. Diventa perdita totale ma vengono salvate 263 persone mentre si hanno tre perdite e tre dispersi fra l’equipaggio. Lo scafo completamente bruciato ma galleggiante viene rimorchiato a Trieste e poi demolito a Pola nel gennaio 1936.
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Passeggeri e cargo ; Costruita nel 1928 dai Cantieri Ansaldo, Sestri Ponente, per Italiana Servizi Marittimi o Lloyd Triestino, bandiera italiana ; Tsl 12,995, lpp 157.7 mt., Larg ft 20.2 mt., 2 turbine, 21.0 nodi ; 18.10.1935: ha un’esplosione a bordo con successivo grave incendio il mattino appena arrivata in porto ad Alessandria, Egitto ; In porto c’è la squadra navale inglese che passa al soccorso assieme alle autorità portuali ed estingue l’incendio ma nel pomeriggio quando tutto sembra domato avviene una seconda esplosione. Diventa perdita totale ma vengono salvate 263 persone mentre si hanno tre perdite e tre dispersi fra l’equipaggio. Lo scafo completamente bruciato ma galleggiante viene rimorchiato a Trieste e poi demolito a Pola nel gennaio 1936.
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Passeggeri e cargo ; Costruita nel 1928 dai Cantieri Ansaldo, Sestri Ponente, con il nome AUSONIA, per Italiana Servizi Marittimi o Lloyd Triestino, bandiera italiana ; GRT 12,995, lpp 157.7 mt., Lo 20.2 mt., 2 turbine, 21.0 nodi ; 18.10.1935: appena arrivata in porto ad Alessandria, Egitto, ha un’esplosione a bordo con successivo grave incendio.  In porto c’è la squadra navale inglese che passa al soccorso assieme alle autorità portuali ed estingue l’incendio ma nel pomeriggio quando tutto sembra domato avviene una seconda esplosione. Diventa perdita totale, vengono salvate 263 persone mentre si hanno tre perdite e tre dispersi fra l’equipaggio. Lo scafo completamente bruciato ma galleggiante viene rimorchiato a Trieste ; 01.1936: demolita a Pola.
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Passeggeri e cargo ; Costruita nel 1928 dai Cantieri Ansaldo, Sestri Ponente, con il nome AUSONIA, per Italiana Servizi Marittimi o Lloyd Triestino, bandiera italiana ; GRT 12,995, lpp 157.7 mt., Lo 20.2 mt., 2 turbine, 21.0 nodi ; 18.10.1935: appena arrivata in porto ad Alessandria, Egitto, ha un’esplosione a bordo con successivo grave incendio.  In porto c’è la squadra navale inglese che passa al soccorso assieme alle autorità portuali ed estingue l’incendio ma nel pomeriggio quando tutto sembra domato avviene una seconda esplosione. Diventa perdita totale, vengono salvate 263 persone mentre si hanno tre perdite e tre dispersi fra l’equipaggio. Lo scafo completamente bruciato ma galleggiante viene rimorchiato a Trieste ; 01.1936: demolita a Pola.
Ausonia 1928 (esplosione e incendio 1935)
Ausonia 1941 (auto affondamento 1944)
Ausonia 1941 (auto affondamento 1944)
Passeggeri e cargo: costruita dai Cantieri Riuniti dell’Adriatico, impostata il 31.08.1940, varata il varata il 20.10.1941, fu autoaffondata in cantiere su basso fondale il 16.10.1944 durante l\'allestimento, per non finire in mani germaniche. Ricuperata il 20-04-1947, ultimata il 21-09-1949 le fu dato il nome ESPERIA, partendo da Trieste il 29-03-1949 per il viaggio inaugurale.
Ausonia 1941 (auto affondamento 1944)
 
 
Powered by Phoca Gallery