Mn. Marimma S. 1970 (ex Ludo 1957)
Mn. Marimma S. 1970 (ex Ludo 1957)
Cargo – Costruita dal cantiere Pattje, Waterrhuizen, Olanda, con il nome LUDO, per S. Dost, Groningen, Olanda, bandiera olandese – Varata 03.1957, completata 07.1957, GRT 499, DWT 904, Lft 58.8 mt., Lpp 54.0 mt., Lo 9.2 mt., 1 diesel 500 CV, 10.0 nodi – 1959: LUDO, per Rederij Mv Ludo, Groningen – 1967: VALEMI, per Emilio Scotto di Cesare, Napoli – 1969: VALEMI, per Scotto & Coppola, Napoli – 1970: MARIMMA S., per Scotto & Coppola, Napoli – 1974: MARIMMA S., per Oreste Scotto di Frega, Napoli – 1976: MARIMMA S., per Giuseppe Cappello, Roma – 1978: MARIMMA S., per Antonio Lucci, Roma – 26.02.1979: affondata mentre in rotta da Fiumicino a Tripoli.
Mn. Marimma S. 1970 (ex Ludo 1957)
Mn. Marimma S. 1970 (ex Ludo 1957)
Mn. Marimma S. 1970 (ex Ludo 1957)
Cargo – Costruita dal cantiere Pattje, Waterrhuizen, Olanda, con il nome LUDO, per S. Dost, Groningen, Olanda, bandiera olandese – Varata 03.1957, completata 07.1957, GRT 499, DWT 904, Lft 58.8 mt., Lpp 54.0 mt., Lo 9.2 mt., 1 diesel 500 CV, 10.0 nodi – 1959: LUDO, per Rederij Mv Ludo, Groningen – 1967: VALEMI, per Emilio Scotto di Cesare, Napoli – 1969: VALEMI, per Scotto & Coppola, Napoli – 1970: MARIMMA S., per Scotto & Coppola, Napoli – 1974: MARIMMA S., per Oreste Scotto di Frega, Napoli – 1976: MARIMMA S., per Giuseppe Cappello, Roma – 1978: MARIMMA S., per Antonio Lucci, Roma – 26.02.1979: affondata mentre in rotta da Fiumicino a Tripoli.
Mn. Marimma S. 1970 (ex Ludo 1957)
Mn. Marimma S. 1970 (qui Ludo 1957)
Mn. Marimma S. 1970 (qui Ludo 1957)
Cargo – Costruita dal cantiere Pattje, Waterrhuizen, Olanda, con il nome LUDO, per S. Dost, Groningen, Olanda, bandiera olandese – Varata 03.1957, completata 07.1957, GRT 499, DWT 904, Lft 58.8 mt., Lpp 54.0 mt., Lo 9.2 mt., 1 diesel 500 CV, 10.0 nodi – 1959: LUDO, per Rederij Mv Ludo, Groningen – 1967: VALEMI, per Emilio Scotto di Cesare, Napoli – 1969: VALEMI, per Scotto & Coppola, Napoli – 1970: MARIMMA S., per Scotto & Coppola, Napoli – 1974: MARIMMA S., per Oreste Scotto di Frega, Napoli – 1976: MARIMMA S., per Giuseppe Cappello, Roma – 1978: MARIMMA S., per Antonio Lucci, Roma – 26.02.1979: affondata mentre in rotta da Fiumicino a Tripoli.
Mn. Marimma S. 1970 (qui Ludo 1957)
Mn. Marimma S. 1970 (qui Ludo 1957)
Mn. Marimma S. 1970 (qui Ludo 1957)
Cargo – Costruita dal cantiere Pattje, Waterrhuizen, Olanda, con il nome LUDO, per S. Dost, Groningen, Olanda, bandiera olandese – Varata 03.1957, completata 07.1957, GRT 499, DWT 904, Lft 58.8 mt., Lpp 54.0 mt., Lo 9.2 mt., 1 diesel 500 CV, 10.0 nodi – 1959: LUDO, per Rederij Mv Ludo, Groningen – 1967: VALEMI, per Emilio Scotto di Cesare, Napoli – 1969: VALEMI, per Scotto & Coppola, Napoli – 1970: MARIMMA S., per Scotto & Coppola, Napoli – 1974: MARIMMA S., per Oreste Scotto di Frega, Napoli – 1976: MARIMMA S., per Giuseppe Cappello, Roma – 1978: MARIMMA S., per Antonio Lucci, Roma – 26.02.1979: affondata mentre in rotta da Fiumicino a Tripoli.
Mn. Marimma S. 1970 (qui Ludo 1957)
Mn. Marimma S. 1970 (qui Ludo 1957)
Mn. Marimma S. 1970 (qui Ludo 1957)
Cargo – Costruita dal cantiere Pattje, Waterrhuizen, Olanda, con il nome LUDO, per S. Dost, Groningen, Olanda, bandiera olandese – Varata 03.1957, completata 07.1957, GRT 499, DWT 904, Lft 58.8 mt., Lpp 54.0 mt., Lo 9.2 mt., 1 diesel 500 CV, 10.0 nodi – 1959: LUDO, per Rederij Mv Ludo, Groningen – 1967: VALEMI, per Emilio Scotto di Cesare, Napoli – 1969: VALEMI, per Scotto & Coppola, Napoli – 1970: MARIMMA S., per Scotto & Coppola, Napoli – 1974: MARIMMA S., per Oreste Scotto di Frega, Napoli – 1976: MARIMMA S., per Giuseppe Cappello, Roma – 1978: MARIMMA S., per Antonio Lucci, Roma – 26.02.1979: affondata mentre in rotta da Fiumicino a Tripoli.
Mn. Marimma S. 1970 (qui Ludo 1957)
Monumento ai Caduti
Monumento ai Caduti
Non si conosce l\'anno della fotografia, l\'urbanizzazione é \"leggermente\" cambiata.
Monumento ai Caduti
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Baleniera per la caccia alle foche, costruita nel 1881 a Sande Fjord come brigantino a palo con il nome JASON, bandiera norvegese per Chr. Christensen & Co., Sandefjord, Norvegia -Lft 48.50 mt., Lpp 44.8 mt., Lo 9.3 mt., puntale 9.0 mt., pescaggio 5.2 mt., motrice vapore 60 HP, 7.5 nodi, 495 GRT, 255 NRT – 1887: JASON per A.J. Freberg, Sandefjord, Norvegia – 1890: JASON, per A/S Oceania, Sandefjord, Norvegia -1899: STELLA POLARE, per SAR Luigi Amedeo Savoia Aosta, Duca degli Abruzzi, riarmata a goletta, ampiamente modificata per raggiungere fra i ghiacci il punto più vicino possibile al Polo Nord, ed egli la condusse nel 1899-1900 fino a 86° 34\' Nord superando di ca. 20 miglia il punto raggiunto in precedenza da Nansen – 1902: alla Marina Militare italiana, poi cancellata dai registri e donata al municipio di Roma, ormeggiata a Fiumicino dove rimase abbandonata per molti anni, poi trasferita a La Spezia in disarmo e qui distrutta da un incendio. Se ne salvò soltanto la poppa, distrutta durante l\'ultimo conflitto assieme ad ogni relativa documentazione.
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Baleniera per la caccia alle foche, costruita nel 1881 a Sande Fjord come brigantino a palo con il nome JASON, bandiera norvegese per Chr. Christensen & Co., Sandefjord, Norvegia -Lft 48.50 mt., Lpp 44.8 mt., Lo 9.3 mt., puntale 9.0 mt., pescaggio 5.2 mt., motrice vapore 60 HP, 7.5 nodi, 495 GRT, 255 NRT – 1887: JASON per A.J. Freberg, Sandefjord, Norvegia – 1890: JASON, per A/S Oceania, Sandefjord, Norvegia -1899: STELLA POLARE, per SAR Luigi Amedeo Savoia Aosta, Duca degli Abruzzi, riarmata a goletta, ampiamente modificata per raggiungere fra i ghiacci il punto più vicino possibile al polo nord, ed egli la condusse nel 1899-1900 fino a 86° 34\' Nord superando di ca. 20 miglia il punto raggiunto in precedenza da Nansen – 1902: alla Marina Militare italiana, poi cancellata dai registri e donata al municipio di Roma e ormeggiata a Fiumicino dove rimase abbandonata per molti anni, poi trasferita a La Spezia in disarmo e qui distrutta da un incendio. Se ne salvò soltanto la poppa, distrutta durante l\'ultimo conflitto assieme ad ogni relativa documentazione.
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Baleniera per la caccia alle foche, costruita nel 1881 a Sande Fjord come brigantino a palo con il nome JASON, bandiera norvegese per Chr. Christensen & Co., Sandefjord, Norvegia -Lft 48.50 mt., Lpp 44.8 mt., Lo 9.3 mt., puntale 9.0 mt., pescaggio 5.2 mt., motrice vapore 60 HP, 7.5 nodi, 495 GRT, 255 NRT – 1887: JASON per A.J. Freberg, Sandefjord, Norvegia – 1890: JASON, per A/S Oceania, Sandefjord, Norvegia -1899: STELLA POLARE, per SAR Luigi Amedeo Savoia Aosta, Duca degli Abruzzi, riarmata a goletta, ampiamente modificata per raggiungere fra i ghiacci il punto più vicino possibile al polo nord, ed egli la condusse nel 1899-1900 fino a 86° 34\' Nord superando di ca. 20 miglia il punto raggiunto in precedenza da Nansen – 1902: alla Marina Militare italiana, poi cancellata dai registri e donata al municipio di Roma e ormeggiata a Fiumicino dove rimase abbandonata per molti anni, poi trasferita a La Spezia in disarmo e qui distrutta da un incendio. Se ne salvò soltanto la poppa, distrutta durante l\'ultimo conflitto assieme ad ogni relativa documentazione.
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Baleniera per la caccia alle foche, costruita nel 1881 a Sande Fjord come brigantino a palo con il nome JASON, bandiera norvegese per Chr. Christensen & Co., Sandefjord, Norvegia -Lft 48.50 mt., Lpp 44.8 mt., Lo 9.3 mt., puntale 9.0 mt., pescaggio 5.2 mt., motrice vapore 60 HP, 7.5 nodi, 495 GRT, 255 NRT – 1887: JASON per A.J. Freberg, Sandefjord, Norvegia – 1890: JASON, per A/S Oceania, Sandefjord, Norvegia -1899: STELLA POLARE, per SAR Luigi Amedeo Savoia Aosta, Duca degli Abruzzi, riarmata a goletta, ampiamente modificata per raggiungere fra i ghiacci il punto più vicino possibile al polo nord, ed egli la condusse nel 1899-1900 fino a 86° 34\' Nord superando di ca. 20 miglia il punto raggiunto in precedenza da Nansen – 1902: alla Marina Militare italiana, poi cancellata dai registri e donata al municipio di Roma e ormeggiata a Fiumicino dove rimase abbandonata per molti anni, poi trasferita a La Spezia in disarmo e qui distrutta da un incendio. Se ne salvò soltanto la poppa, distrutta durante l\'ultimo conflitto assieme ad ogni relativa documentazione.
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Baleniera per la caccia alle foche, costruita nel 1881 a Sande Fjord come brigantino a palo con il nome JASON, bandiera norvegese per Chr. Christensen & Co., Sandefjord, Norvegia -Lft 48.50 mt., Lpp 44.8 mt., Lo 9.3 mt., puntale 9.0 mt., pescaggio 5.2 mt., motrice vapore 60 HP, 7.5 nodi, 495 GRT, 255 NRT – 1887: JASON per A.J. Freberg, Sandefjord, Norvegia – 1890: JASON, per A/S Oceania, Sandefjord, Norvegia -1899: STELLA POLARE, per SAR Luigi Amedeo Savoia Aosta, Duca degli Abruzzi, riarmata a goletta, ampiamente modificata per raggiungere fra i ghiacci il punto più vicino possibile al polo nord, ed egli la condusse nel 1899-1900 fino a 86° 34\' Nord superando di ca. 20 miglia il punto raggiunto in precedenza da Nansen – 1902: alla Marina Militare italiana, poi cancellata dai registri e donata al municipio di Roma e ormeggiata a Fiumicino dove rimase abbandonata per molti anni, poi trasferita a La Spezia in disarmo e qui distrutta da un incendio. Se ne salvò soltanto la poppa, distrutta durante l\'ultimo conflitto assieme ad ogni relativa documentazione.
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1881)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1887)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1887)
Baleniera per la caccia alle foche, costruita nel 1881 a Sande Fjord come brigantino a palo con il nome JASON, bandiera norvegese per Chr. Christensen & Co., Sandefjord, Norvegia -Lft 48.50 mt., Lpp 44.8 mt., Lo 9.3 mt., puntale 9.0 mt., pescaggio 5.2 mt., motrice vapore 60 HP, 7.5 nodi, 495 GRT, 255 NRT – 1887: JASON per A.J. Freberg, Sandefjord, Norvegia – 1890: JASON, per A/S Oceania, Sandefjord, Norvegia -1899: STELLA POLARE, per SAR Luigi Amedeo Savoia Aosta, Duca degli Abruzzi, riarmata a goletta, ampiamente modificata per raggiungere fra i ghiacci il punto più vicino possibile al Polo Nord, ed egli la condusse nel 1899-1900 fino a 86° 34\' Nord superando di ca. 20 miglia il punto raggiunto in precedenza da Nansen – 1902: alla Marina Militare italiana, poi cancellata dai registri e donata al municipio di Roma, ormeggiata a Fiumicino dove rimase abbandonata per molti anni, poi trasferita a La Spezia in disarmo e qui distrutta da un incendio. Se ne salvò soltanto la poppa, distrutta durante l\'ultimo conflitto assieme ad ogni relativa documentazione.
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1887)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1887)
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1887)
Baleniera per la caccia alle foche, costruita nel 1881 a Sande Fjord come brigantino a palo con il nome JASON, bandiera norvegese per Chr. Christensen & Co., Sandefjord, Norvegia -Lft 48.50 mt., Lpp 44.8 mt., Lo 9.3 mt., puntale 9.0 mt., pescaggio 5.2 mt., motrice vapore 60 HP, 7.5 nodi, 495 GRT, 255 NRT – 1887: JASON per A.J. Freberg, Sandefjord, Norvegia – 1890: JASON, per A/S Oceania, Sandefjord, Norvegia -1899: STELLA POLARE, per SAR Luigi Amedeo Savoia Aosta, Duca degli Abruzzi, riarmata a goletta, ampiamente modificata per raggiungere fra i ghiacci il punto più vicino possibile al Polo Nord, ed egli la condusse nel 1899-1900 fino a 86° 34\' Nord superando di ca. 20 miglia il punto raggiunto in precedenza da Nansen – 1902: alla Marina Militare italiana, poi cancellata dai registri e donata al municipio di Roma, ormeggiata a Fiumicino dove rimase abbandonata per molti anni, poi trasferita a La Spezia in disarmo e qui distrutta da un incendio. Se ne salvò soltanto la poppa, distrutta durante l\'ultimo conflitto assieme ad ogni relativa documentazione.
Mv. Stella Polare 1899 (ex Jason 1887)
Navi in rada (16) il 31.12.1964
Navi in rada (16) il 31.12.1964
31 dicembre 1964 – Dopo diversi giorni di mareggiata e di piena del Tevere che scorre a 8 nodi, sono in attesa di ormeggio nel porto canale 16 navi cisterna, e altre 5 sono rifugiate a Civitavecchia, Da sinistra, le navi sono: GORGONA – MIRIAM – NUREK – CLARA GAROLLA - MONTENERO – C. FASSIO – ROSA GAROLLA - ANNA MARIA GAROLLA – SAMARINE –ALICUDI – TELLARO – VARIGOTTI – ANITA – SALSO – CARLOPIA – MARIA LUISA
Navi in rada (16) il 31.12.1964
Operatori portuali, anni '50
Operatori portuali, anni \'50
Fine anni \'50, cena al ristorante Incannucciata di personale delle dogane e della TMB, Trasporti Marittimi Bertani: 1/Consili, dogana – 2/Nazzareno Baffetti – 3/Iannucci, dogana – 4/Sangiorgio, dogana – 5/Impiegato TMB – 6/Impiegato TMB – 7/Scaglione, capo dogana – 8/Scosceria, TMB – 9/ Dapiran, raffineria Roma – 10/Scosceria Jr, TMB – 11/Antonio Valentini – 12/Claudio Arduini, TMB – 13/Gaetano Baffetti – 14/Basile, dogana.
Operatori portuali, anni '50
Operatori portuali, anni '50
Operatori portuali, anni \'50
Fine anni \'50, cena al ristorante Incannucciata di personale delle dogane e della TMB, Trasporti Marittimi Bertani: 1/ sconosciuto – 2/Carmelo Filosa – 3/Consili, dogana – 4/Nazzareno Baffetti – 5/Jannucci , dogana– sn/Sangiorgio, dogana, nascosto da Iannucci – 6/ImpiegatoTMB – 7/Impiegato TMB – 8/Scaglione, dogana – 9/Scosceria,TMB – 10/Dapiran, raffineria Roma – 11/Scosceria Jr., TMB– 12/Antonio Valentini – 13/Claudio Arduini, TMB – 14/Bruno Cedroni, Rist.te Incannucciata.
Operatori portuali, anni '50
Operatori portuali, anni '50
Operatori portuali, anni \'50
Fine anni \'50, cena al ristorante Incannucciata di personale delle dogane e della TMB, Trasporti Marittimi Bertani: 1/Carmelo Filosa – 2/Consili, dogana – 3/Nazzareno Baffetti – 4/Jannucci, dogana – 5/Sangiorgio, dogana – 6/Impiegato TMB – 7/Impiegato TMB – 8/Scaglione, capo dogana – 9/Dapiran, raffineria Roma – 10/Scocieria Jr, TMB –11/Antonio Valentini – 12/ Claudio Arduini, TMB – 13/Basile, dogana – 14/Sconosciuto – 15/Bruno Cedroni, Rist.te Incannuncciata.
Operatori portuali, anni '50
Ormeggi in banchina (ca. 1910)
Ormeggi in banchina (ca. 1910)
Ormeggi in banchina (ca. 1910)
Ormeggio di emergenza (1971)
Ormeggio di emergenza (1971)
1971: Fiume Tevere in piena e mare molto mosso con forte risacca entro il porto canale, impossibile ormeggiarsi alla banchina petroli, impossibile uscire in mare: la Mc. DIASPRO della TMB si ormeggia al centro del canale con i cavi sulle bitte di entrambe le banchine.
Ormeggio di emergenza (1971)
Ormeggio di emergenza (1971)
Ormeggio di emergenza (1971)
1971: Fiume Tevere in piena e mare molto mosso con forte risacca entro il porto canale, impossibile ormeggiarsi alla banchina petroli, impossibile uscire in mare: la Mc. DIASPRO della TMB si ormeggia al centro del canale con i cavi sulle bitte di entrambe le banchine.
Ormeggio di emergenza (1971)
 
 
Powered by Phoca Gallery