Angelina (fine '800)
Angelina (fine \'800)
Fotografia di un quadro del veliero ANGELINA, di fine \'800, dell\'armatore A. Mazzarello di Monte di Procida, del quale non siamo riusciti a recuperare alcun dato.
Angelina (fine '800)
Angelo Padre
Angelo Padre
Brigantino – Costruito dal cantiere Garbutt, Hull, UK, con il nome ANGERS, perAngier Bros., Londra, UK - Varato 10.1882, GRT 3.036, Lpp 97.7 mt., Lo 12.2 mt., 1 motrice duplice espansione, scafo in ferro – 1887: angers, per Angier Line Ltd, Londra, UK – 1889: ANGERS, per Donald & Taylor, Glasgow, UK - 1900: ANGELO PADRE, per Angelo Parodi fu B., Genova – 17.04.1906: in viaggio da Port Talbot a Genova con un carico di carbone ha un\'esplosione a bordo vicino a La Coruna – 06.1906: demolito a Genova.
Angelo Padre
Angelo Repetto
Angelo Repetto
Veliero costruito dal cantiere J. & G. Thompson, Clydebank, UK, con il nome CAPE ST. VINCENT, bandiera inglese, per A. Lyle and Sons, Greenock, UK ; Varato 12.1877, GRT 1.504, NRT 1.421, Lpp 72.9 mt., Lo 11.5, scafo in ferro ; 1891: venduto a George Latus & Co., Hull, UK - 1892: LADY LINA, per Otto Banck ; 1901: ANGELO REPETTO, per Giuseppina Celle Vedova Repetto, Genova ; 02.1910: In viaggio, carico, da Rosario a Londra, scompare in nord Atlantico senza lasciar tracce.
Angelo Repetto
Antarna
Antarna
Bandiera USA - Ex Patria - ex Angelita - ex Sea Cloud - ex Hussar - Costruita nel 1931 dai cantieri Friedrich Krupp, Germaniawerft, Kiel - scafo in ferro - Lunghezza f.t. 96.1 mt. - Larghezza f.t. 14.9 mt. - Quattro motori diesel per 6.000 HP
Antarna
Antigua (1957)
Antigua (1957)
Costruita nel 1957 a Thorne, Yorkshire, UK, come battello da pesca – 1990: per le sue belle linee e qualità marinaresche è convertita in barca da crociere ed armata a brigantino: lft 49.50 mt., Lo 7.1 mt., velatura 750 mq., 1 diesel Cumming 400 HP, 1 gruppo generatore da 65 KVA ed 1 da 35 KVA – Puó ospitare 32 crocieristi in 16 cabine con aria condizionata e con due cuccette ognuna.
Antigua (1957)
Antiope (1866)
Antiope (1866)
Costruita dal cantiere Reid, Port Glasgow, UK, con il nome ANTIOPE, bandiera inglese – Varata 08.1866, completata 1866, GRT 1.443, Lpp 73.8 mt., Lo 11.7 mt., scafo in ferro, solo vele – 13.01.1921: incendiatasi a Delagoa Bay.
Antiope (1866)
Antonio Padre
Antonio Padre
Veliero armato a nave ; Costruito dal cantiere Odero, Sestri Ponente, con il nome ANTONIO PADRE, bandiera italiana, per F.lli Cerruti, Savona ; Completato 09.1902, GRT 1.534, Lpp 71.0 mt., Lo 11.4 mt., - 1919: installato un motore diesel ausiliario ; 1946: disalberato, convertito in cargo, installati due motori diesel ; Sempre con il medesimo nome cambia nei decenni diversi proprietary: 1911. SA Nav.ne la Sicania, Savona ; 1912: Maggiolo, Genova ; 1914: Bartzolomeo Cerruti, Savona ; 1918: SA Gaslini & L. Frigerio & Co., Genova ; 1919: L. Frigerio & Co., Genova ; 1921: Il Mare SA di Assicurazioni, Genova ; 1924: Tito Campanella, Genova ; 1981: demolito a La Spezia.
Antonio Padre
Antonio Padre (poi cargo: Bice)
Antonio Padre (poi cargo: Bice)
Veliero armato a nave ; Costruito dal cantiere Odero, Sestri Ponente, con il nome ANTONIO PADRE, bandiera italiana, per F.lli Cerruti, Savona ; Completato 09.1902, GRT 1.534, Lpp 71.0 mt., Lo 11.4 mt., - 1919: installato un motore diesel ausiliario ; 1946: disalberato, convertito in cargo, installati due motori diesel ; Sempre con il medesimo nome cambia nei decenni diversi proprietary: 1911. SA Nav.ne la Sicania, Savona ; 1912: Maggiolo, Genova ; 1914: Bartzolomeo Cerruti, Savona ; 1918: SA Gaslini & L. Frigerio & Co., Genova ; 1919: L. Frigerio & Co., Genova ; 1921: Il Mare SA di Assicurazioni, Genova ; 1924: Tito Campanella, Genova ; 1981: demolito a La Spezia.
Antonio Padre (poi cargo: Bice)
Aphiroote
Aphiroote
Aphiroote
Aphiroote
Aphiroote
Aphiroote
Archibald Russell (1905)
Archibald Russell (1905)
Brigantino a palo, 4 alberi – Costruito dal cantiere Scott Shipbuilding & Engineering Co., Greenock, Scozia, con il nome ARCHIBALD RUSSELL, bandiera inglese, per John Hardie & Son, Glasgow, primo comandante Captain Charles Lowe, scafo in ferro – Varato 01.1905, completato 03,1905, GRT 2.385, DWT 3.950, Lpp 88.8 mt., Lo 13.2 mt., solo vele - Ha navigato su tutti gli oceani, principalmente sulla rotta dell\'Australia, nonché del sud e nord America ed i porti europei con ogni genere di carico, dal carbone al grano, dai nitrati al legname – 06.1941: requisito dal ministero degli approvvigionamenti del governo inglese ed utilizzata come deposito a Goole – 03.1947: ceduto in time charter dal Ministero dei Trasporti inglese a Gustaf Erikson – 1948: restituita agli armatori – 1949: venduta a British Iron & Steel Corp, e demolita da J.J. King & Co a Gateshead-on-Tyne
Archibald Russell (1905)
Ariel
Ariel
Clipper - Costruito nel 1865 dal cantiere Steele di Greenock in Scozia - Costruzione composita con fasciame in teak - Destinato a viaggi con l\'estremo oriente, salpó l\'ultima volta da Londra nel gennaio 1872 e si perse in mare in posizione ignota.
Ariel
Artemis 1966 (ex Pol II 1926)
Artemis 1966 (ex Pol II 1926)
Baleniera – Costruita dal cantiere Nylands Verksted, Oslo, con il nome POL II, bandiera norvegese, per Hvalfangerselskap Polaris A/S, Larvik, Norvegia – Completata 07.1926, GRT 240, Lpp 35.2 mt., Lo 7.1 mt., 1 motrice triplice espansione – Operante fino agli anni \'40 nei mari Artico, Antartico e Stretto di Bering per la caccia alle balene -1948: convertita in cargo, installato un diesel - 1948: LISTER, per Adolf Hedberg, Djupekas, Svezia – 1951: allungata a Lpp 44.5 mt., GRT 451 - 1963: LISTER, per Rederi A/S Listere, Djupekas, Svezia – 1966: ARTEMIS, per Rederi I/S \"Artemis\", Marstal, Danimarca – 2001: modificata l\'alberatura, con vele per ca. 1.050 mq., e convertita in nave da crociere - 2006: ARTEMIS, per Tallship Artemis BV, Harlingen, Olanda. Utilizzata per lussuose crociere nel Mar Baltico e nell\'arcipelago danese, offre anche crociere giornaliere per 120 passeggeri.
Artemis 1966 (ex Pol II 1926)
Artemis 1966 (ex Pol II 1926)
Artemis 1966 (ex Pol II 1926)
Baleniera – Costruita dal cantiere Nylands Verksted, Oslo, con il nome POL II, bandiera norvegese, per Hvalfangerselskap Polaris A/S, Larvik, Norvegia – Completata 07.1926, GRT 240, Lpp 35.2 mt., Lo 7.1 mt., 1 motrice triplice espansione – Operante fino agli anni \'40 nei mari Artico, Antartico e Stretto di Bering per la caccia alle balene -1948: convertita in cargo, installato un diesel - 1948: LISTER, per Adolf Hedberg, Djupekas, Svezia – 1951: allungata a Lpp 44.5 mt., GRT 451 - 1963: LISTER, per Rederi A/S Listere, Djupekas, Svezia – 1966: ARTEMIS, per Rederi I/S \"Artemis\", Marstal, Danimarca – 2001: modificata l\'alberatura, con vele per ca. 1.050 mq., e convertita in nave da crociere - 2006: ARTEMIS, per Tallship Artemis BV, Harlingen, Olanda. Utilizzata per lussuose crociere nel Mar Baltico e nell\'arcipelago danese, offre anche crociere giornaliere per 120 passeggeri.
Artemis 1966 (ex Pol II 1926)
Asgard
Asgard
Nave scuola irlandese, brigantino, costruito dal cantiere Arklow,Wicklow County, Irlanda, nel 1981, bandiera irlandese ; Lft 26.6 mt - 11.09.2008: affondata nel Golfo di Biscaglia, 20 miglia a sud-ovest di Belle Ile en Mer, in pos. 47.18.03N ; 3.33.02W ; L’equipaggio (5) e gli allievi (20) tutti in salvo.
Asgard
Asgard
Asgard
Nave scuola irlandese, brigantino, costruito dal cantiere Arklow,Wicklow County, Irlanda, nel 1981, bandiera irlandese ; Lft 26.6 mt - 11.09.2008: affondata nel Golfo di Biscaglia, 20 miglia a sud-ovest di Belle Ile en Mer, in pos. 47.18.03N ; 3.33.02W ; L’equipaggio (5) e gli allievi (20) tutti in salvo.
Asgard
Astrid (1918)
Astrid (1918)
Costruito nel 1918 dal cantiere Van Leewuwen,, Scheveningen, Olanda, con il nome “W.U.T.A, come nave da carico – Scafo in ferro, GRT 182, Llp 30.3 mt., Lo 6.5 mt., pescaggio 2.7 mt., 1 diesel ausiliario da 339 HP – 1937: ASTRID, per J, Jepson, Svezia – 1975: bandiera libanese, nel 1980 andò in fiamme arenandosi sotto la costa inglese – Salvato lo scafo,nel 1984 fu completamente rinnovato e successivamente trasformato in un veliero di lusso per 45 passeggeri.
Astrid (1918)
Astrid (1918)
Astrid (1918)
Costruito nel 1918 dal cantiere Van Leewuwen,, Scheveningen, Olanda, con il nome “W.U.T.A, come nave da carico – Scafo in ferro, GRT 182, Llp 30.3 mt., Lo 6.5 mt., pescaggio 2.7 mt., 1 diesel ausiliario da 339 HP – 1937: ASTRID, per J, Jepson, Svezia – 1975: bandiera libanese, nel 1980 andò in fiamme arenandosi sotto la costa inglese – Salvato lo scafo,nel 1984 fu completamente rinnovato e successivamente trasformato in un veliero di lusso per 45 passeggeri.
Astrid (1918)
Astrid (1918)
Astrid (1918)
Costruito nel 1918 dal cantiere Van Leewuwen,, Scheveningen, Olanda, con il nome “W.U.T.A, come nave da carico – Scafo in ferro, GRT 182, Llp 30.3 mt., Lo 6.5 mt., pescaggio 2.7 mt., 1 diesel ausiliario da 339 HP – 1937: ASTRID, per J, Jepson, Svezia – 1975: bandiera libanese, nel 1980 andò in fiamme arenandosi sotto la costa inglese – Salvato lo scafo,nel 1984 fu completamente rinnovato e successivamente trasformato in un veliero di lusso per 45 passeggeri.
Astrid (1918)
Atlantis
Atlantis
Costruita nel 1905 dal cantiere Wichhorst, J.H.N., Hamburg, con il nome BURGER MEISTER BARTLES (ELBE 2) come nave faro ma con tutte le caratteristiche di una goletta navigante - 1985: completamente restaurata ed armata come nave goletta, convertita a nave passeggeri per crociere nei mari del nord Europa e dei Caraibi inizia una nuova vita con il nome ATLANTIS, GRT 369, DWT 73, motorizzata con 2 diesel - 2005: ulteriormente ammodernata, compie crociere fra le Baleari e le coste atlantiche francesi, con bandiera olandese - Lft 42.5 mt., Lpp 39.0 mt., Lo 7.45 mt., albero maestro 71 mt., velatura 742 mq., 1 motore diesel da 750 HP, bow truster, 9.0 nodi sotto vela, 10.0 nodi su motore.
Atlantis
 
 
Powered by Phoca Gallery